gli Aspetti di Quin­tile e la vicenda sto­rica del Pen­ta­gono

artt. estratti dalla sez. Aspetti (da AstroTime)alla destra: sulla natura degli Aspetti di Quin­tile
Definizione e caratteri dei 4 mem­bri di fa­mi­glia Quin­ti­le si tro­va­no nel­l'ap­po­si­ta se­zio­ne del trat­ta­to al­l'in­ter­no di Astro­Time o nel pro­to­ti­po di­mo­stra­ti­vo del pac­chet­to o, con al­cu­ne li­mi­ta­zio­ni ipertestuali, tra gli esempi delle funzioni.
Un carat­te­re pecu­liare degli aspet­ti pri­mari Quin­ti­le e Bi­quintile è che insisto­no a rac­cor­da­re Pia­ne­ti po­sti sot­to l'im­pron­ta de­gli stes­si De­cani, uno o due con­ti­gui, raf­for­zan­do l'ef­fet­to del ri­ver­be­ra­re l'Aspet­to in tut­to il cir­co­lo del­l'ec­lit­ti­ca: as­sun­to di cui il caso del­l'at­tac­co ae­reo al Pen­ta­go­no nel sett. 2001 è ri­pro­va sto­ri­ca, sot­to gli oc­chi di tutti.
  il Quin­tile
Un breve estratto dal mio lavoro del '92 chia­rirà meglio la pre­messa a lato di figura:

«Quanto al pen­ta­gono, nella sua rota­zione al­l'in­ter­no del­l'eclit­tica abbrac­cia le più sva­riate com­bi­na­zioni di Segni e di Ele­menti; ma se lo esa­mi­niamo pro­iet­tato sulla catena dei Decani emerge una carat­te­ri­stica assai spe­ciale: lasciando par­tire il primo ver­tice dal grado 0 di Ariete, sup­po­sto il governo di Marte, vediamo ogni ver­tice suc­ces­sivo pun­tare egual­mente a decadi gover­nate da Marte (l'impiego del trac­ciato a stella, di Biquintile è pa­ri­te­tico e faci­lita la visione); ciò avviene però in con­co­mi­tanza dei gradi 0, 2, 4, 6, 8 di ogni suc­ces­siva decade in senso antio­ra­rio.
Perciò, pro­ce­dendo di due gradi per volta lungo i primi di Ariete, dopo 2 gradi vedremo il ver­tice di Capri­corno pas­sare al Decano del Sole; dopo altri due toc­cherà al ver­tice di Scor­pione, poi di Leone e Gemelli, infine Ariete. A questo punto abbiamo 5 Decani del Sole in linea, e il primo ver­tice è sulla cuspide del 2º Decano. Pro­ce­dendo, si atti­vano uno ad uno i Decani gover­nati da Venere, comun­que in ordine orario, cioè oppo­sto al moto dei ver­tici. Quindi avremo sempre almeno 3­/5 di Decani dello stesso tipo domi­nanti, e 2­/5 pure eguali, in alter­nanza.»

Non è questo un bel­l'esem­pio di rin­no­va­mento orga­niz­zato nel rispetto del­l'equi­li­brio?

  il Pen­ta­gono
La dispo­si­zione gra­fica del­l'edi­fi­cio rispetto al tema non è occa­sio­nale - ossia adat­tata sul­l'Aspetto che la defi­ni­sce - ma dovrebbe cor­ri­spon­dere alla col­lo­ca­zione geo­gra­fica, per quanto ho potuto appu­rare e docu­men­tare. I pia­neti in rosso sono quelli in tran­sito nel Set­tem­bre 2001, come pure la corona dei Decani.

L'anno di fon­da­zione del Pen­ta­gono cadeva sotto il grande ciclo di Marte ed era gover­nato da Saturno.
È da sot­to­li­ne­are in questa sede che tro­van­dosi l'an­no di grazia 2001 - come la stessa gior­nata di Mar­tedì - sog­getto al governo di Marte (sotto il grande ciclo del Sole, che domi­nava i 5 decani ai ver­tici nel 1942 - cfr. tavole dei Decani), tutti i ver­tici del pen­ta­gono ori­gi­nato - si noti bene - dal pre­ci­sis­simo aspetto di Quin­tile tra Ascen­dente e Net­tuno alla sua costru­zione, veni­vano a tro­varsi in decani retti da Mer­cu­rio.

Sino­nimo di discus­sione intesa come come dia­let­tica, dalla scan­sione del Qua­drato volta a defi­nire lo Spazio, è il vero immer­gersi nel­l'inar­re­sta­bile spi­rale del Tempo e nel­l'intrin­seco fina­li­smo delle sue stra­te­gie.
Ben poco cono­sciuti e pra­ti­cati, ma niente affatto 'minori', gli A. pri­mari del Quin­tile sono anzi i più ricor­­renti, sud­di­vi­dendo il cer­chio il mag­gior nu­me­ro di volte; essi com­por­tano rin­no­va­mento attra­verso pas­saggi di stato, per acqui­si­zione o per­dita, la meta­mor­fosi evo­lu­tiva-invo­lu­tiva delle situa­zioni. Quante volte una vicenda si con­fi­gura in vista di un tra­guardo che pre­vede o pro­mette un certo tipo di svi­luppo, per poi con­ver­tirsi strada facendo in tut­t'al­tra solu­zione, mutando di movente e dire­zione se non di scopo e senza che ciò sia impu­ta­bile ad un dra­stico con­flitto? Bino­mio costrut­to­re-di­strut­tore, non genera con­nu­bio o disac­cordo, ma la media­zione alter­na­tiva, o una presa di posi­zione sosti­tu­tiva, che con­se­gue grazie al sacri­fi­cio di una parte per l'affer­marsi del­l'altra. Come induce a medi­tare l'enun­ciato del teo­rema di Pita­gora:

 32 + 42 = 52 

essi rac­chiu­dono in qual­che modo le qua­lità di Tri­gono e Qua­dra­tura, ram­men­tan­doci che ogni aspet­to di una que­stione rac­chiude il seme del suo oppo­sto e per costru­ire è per lo più neces­sa­rio distrug­gere; lo fa la Natura, come qual­siasi pro­get­ti­sta, poiché ogni nuova rea­liz­za­zione sosti­tu­i­sce quella pre­ce­dente e in qual­che modo la demo­li­sce appro­prian­dosi del­l'ener­gia che l'ha gene­rata e rin­no­van­dola in cre­scendo.
Le rela­zioni fra le tre fami­glie si pos­sono rife­rire an­che alla for­mu­la­zione, molto elo­quente, di:

 attra­zione - repul­sione - pro­pul­sione 

Osser­vando la pira­mide a base quadra, si può de­dur­re che il suo ver­tice rap­pre­senti la sin­tesi dei 4 ele­menti dispo­sti sul peri­me­tro di base: la 5ª es­sen­za è infatti rife­rita al livello ete­rico, so­stan­za prima nella for­ma­zione e man­te­ni­mento del piano vitale cor­po­reo. Impal­pa­bile e non visi­bile, la sua fun­zione è pri­ma­ria anche nel mediare la fun­zio­na­lità orga­nica col­le­gan­dola al corpo astrale di ogni indi­vi­duo.
Non posso non citare la mia più re­cen­te ac­qui­si­zio­ne e con­fer­ma, sul­la qua­le mi ri­pro­met­to di tor­na­re, frut­to di ri­cer­ca del gran­de Pier Lu­i­gi Ighina, già as­si­sten­te di Gu­gliel­mo Mar­co­ni: l’ato­mo magnetico.



L´esem­pio a lato può con­si­de­rarsi un con­den­sato dimo­stra­tivo di diversi prin­cipi non del tutto noti o fami­liari agli astro­logi in genere; auspico quindi che possa indurre ad appro­fon­dire certe tema­ti­che tutt'ora ine­splo­rate, tra cui la di­stri­bu­zio­ne e combinazione ar­mo­ni­ca degli Aspetti lungo il cir­cu­ito zodia­cale e gli stessi aspetti di tipo­lo­gia Quin­tile.
I Pia­neti in rosso (11 sett.) sul­la pagina com­pa­io­no clic­can­do WDC. Tutti i det­ta­gli sul­la vi­cen­da 11/2001 pres­so il sito:
www.myway.it/astrology.
La si dovrebbe con­si­de­rare una con­di­zione di soste­gno alla sua fun­zione ammi­ni­stra­tiva di por­tata mon­diale nonché di Difesa della nazione, se non fosse lo stesso Mer­cu­rio gra­ve­mente leso nel tema di nascita degli USA, sia da Plu­tone che da Urano, tanto da venir defi­nito nella rela­zione posta in rete lo stesso anno, "il punto debole nel tema di nascita degli Stati Uniti d'Ame­rica". Un peri­me­tro dunque attac­ca­bile su ogni fronte, con Sole in Ver­gine e Luna in Gemelli (le sedi di Mer­cu­rio) ed un Marte armato di tutto punto, o per meglio dire: a vari livelli di gerar­chia e l'effetto 'non poteva farsi atten­dere'.
A ben guar­dare anche nel tema del pre­si­dente in carica, Mer­cu­rio quasi sul­l'Ascen­dente è in con­giun­zione stretta a Plu­tone ed occupa il 10º di Leone, uno dei 7 Gradi Distruttivi nello Zodiaco, che è raf­fi­gu­rato nel Calen­da­rio Tebaico da "uno sche­le­tro che bran­di­sce una falce".